Hummus di ceci

Una ricetta facile e veloce ma che conquista sempre tutti.

L’hummus è una crema di ceci, normalmente utilizzata come antipasto o per farcire tramezzini e panini.

Può essere consumata a qualunque ora, c’è infatti chi la consuma su tartine o con verdure crude durante l’aperitivo serale ma altri la mangiano già dal mattino per una colazione proteica.

Diverse sono le teorie sulla sua nascita, anche se è certo che le sue origini siano antichissime. C’è chi ne attribuisce l’invenzione agli Egiziani, chi agli Israeliani, addirittura il Libano ha citato in giudizio proprio Israele con l’accusa di volersi appropriare della paternità di questa crema.

Certo è che, come già il nome lascia intuire, questa gustosa pietanza è di origine mediorientale. Il nome completo è ḥummuṣ bi ṭaḥīna, ovvero ceci con tahini, una crema di semi di sesamo tostati.

Oggi molto conosciuta anche nel resto del mondo, è diventata particolarmente famosa anche in Italia con l’aumentare di vegetariani e vegani, ma viene ormai largamente consumata anche da chi non si limita a un regime alimentare vegetale.

Complice di questa diffusione su larga scala è anche la facilità e la velocità di preparazione. Vediamo insieme la ricetta.

Ingredienti:

  • un barattolo di ceci lessati (400 gr)
  • 2 cucchiai da tavola di tahini (salsa di sesamo, disponibile nei supermercati o fatta in casa, vedi ricetta)
  • il succo di mezzo limone
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 piccolo spicchio di aglio (facoltativo)
  • sale
  • semi di cumino (facoltativi)
  • paprika
  • semi di sesamo

Preparazione:

Scolare i ceci tenendo da parte un po’ della loro acqua.

Versare i ceci nel bicchiere del minipimer o in un recipiente un po’ alto.

Aggiungere i 2 cucchiai di tahini, un po’ di acqua di conservazione dei ceci, un pizzico scarso di sale (i ceci precotti sono già salati, quindi meglio aggiungere poco sale alla volta, in base ai gusti personali), uno spicchio piccolo di aglio (se avete intenzione di consumare l’hummus a colazione potete anche evitare di aggiungerlo, per il quieto vivere in ufficio….), 5 o 6 semi di cumino (facoltativi) e il succo di limone (anche in questo caso, procedere gradatamente, aggiungendo prima alcune gocce e poi eventualmente spremendo ancora un po’ di succo… ricordate, in cucina è sempre meglio aggiungere alla fine che non esagerare all’inizio e rovinare l’intera ricetta!).

Frullare il tutto per qualche minuto e se necessario aggiungere ancora un po’ di acqua dei ceci e/o un po’ di olio.

Assaggiare e aggiustare di sale e limone secondo il proprio gusto.

Quando ritenete che l’hummus sia pronto, versare in una ciotolina di ceramica o di vetro e aggiungere una spolveratina di paprika e spargere sopra qualche seme di sesamo.

Varianti:

Chi preferisce i sapori leggermente più forti, può aggiungere agli ingredienti da frullare anche un pomodorino sott’olio e un goccio di salsa di soia.

Esistono poi varianti nelle quali al posto dei ceci si utilizzano altri legumi, come i fagioli cannellini o i fagioli di soia, oppure altre ancora in cui insieme ai ceci vengono frullate verdure, come ad esempio la barbabietola o l’avocado.

Conclusione:

L’hummus è una ricetta facile e veloce nella quale si può cimentare anche il cuoco meno esperto. Rappresenta un ottimo punto di partenza per chi si vuole avvicinare a un tipo di alimentazione vegetale e cruelty-free ed è anche un ottimo “trucco” per far mangiare i legumi ai bambini.

Buon Appetito!

Photo by Shutterstock, ID foto stock royalty free: 117089989

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy